Giulia Ghiretti

Altedo

Questo è il mio omaggio a Giulia Ghiretti, nuotatrice paralimpica ed ex ginnasta italiana. Sin da bambina pratica ginnastica artistica, poi ritmica e, dall'età di 8 anni, trampolino elastico, disciplina che la porta nel giro della nazionale. Nel 2010, un salto nemmeno troppo difficile, ma sbagliato, le ha cambiato la vita. Giulia aveva 16 anni quando, durante gli allenamenti di preparazione per i Mondiali di trampolino elastico, cade male e rimane paralizzata. Incredibilmente, però, non si ferma: piccola campionessa era, grande campionessa è diventata. Ha cambiato sport passando dalla ginnastica al nuoto poiché l'unico sport in cui non fosse necessaria la sedia a rotelle "In tutto lo sport paralimpico hai una protesi o un ausilio, mentre nel nuoto non hai nulla, sei tu con il tuo corpo". In vasca ha poi vinto ben oltre 20 medaglie internazionali tra Paralimpiadi, Mondiali ed Europei, ha battuto record su record, senza mai perdere la sua positività e la sua tenacia.

"L’incidente ha cambiato la mia vita, togliendomi l’uso delle gambe, ma non il mio modo di essere e di vivere lo sport. Mi sono tuffata in piscina e nell’acqua ho ritrovato la voglia di combattere, di competere e di vincere"